Sono arrivato qui”, in radio e negli stores digitali dal 9 aprile, è il nuovo singolo di MAVA, dopo il successo di “Stereotipo”, il brano con cui ha ottenuto il premio SIAE per il miglior testo al Calabria Fest 2019. Un cambio di rotta per l’artista salentino, che arriva a sigillare un percorso di ricerca di  uno stile musicale proprio, che valorizza l’originalità di un timbro vocale immediatamente riconoscibile. Nuova è anche la scelta artistica e di immagine, sottolineata dal video che accompagna “Sono arrivato qui”: un’atmosfera vintage che aleggia in ogni fotogramma, inclusa la copertina del singolo.  Ce lo racconta MAVA

Com’è nata “Sono arrivato qui”?

“Sono arrivato qui” è nata in seguito a un’idea di uno dei ragazzi della produzione che mi ha coinvolto, durante i primi mesi di lockdown, nella realizzazione di alcuni video tutorial su tecniche di home recording, che sarebbero stati pubblicati all’interno di una community italiana per musicisti. Questa esperienza ci ha spinti a collaborare in modo più stabile e a legarci musicalmente.

Il video è stato girato al confine tra le Marche e l’Abruzzo, durante la prima riapertura post-lockdown, ed è il risultato della voglia di riuscire, in qualche modo, a coinvolgere i musicisti che hanno collaborato con noi durante le registrazioni,  insieme ai talentuosi ragazzi di ICEBERG, a cui si deve il videoclip che sostiene il sound funky-jazz del brano, con un alone vintage.

I ragazzi di ICEBERG, infatti, hanno avuto l’idea di simulare una riproduzione su pellicola di un vecchio film e di utilizzare alcuni elementi distintivi degli anni Settanta/Ottanta. Mi sono divertito tantissimo, anche perché ho avuto il piacere di guidare la mitica Citroen DS, icona di quegli anni.

Come mai questa nuova scelta stilistica?

La nuova scelta stilistica è dettata dalla voglia di ritornare a quelle che sono le mie influenze musicali e il mio background, con l’obiettivo di creare una personale identità musicale.

I musicisti con i quali attualmente collaboro alle produzioni hanno sicuramente facilitato e stimolato questa ricerca: infatti “Sono arrivato qui” rappresenta il primo tassello di un percorso stilistico improntato proprio sul far coesistere la vena cantautorale con quella più vicina alla musica R&B, restando distante, però, nelle scelte, dalle logiche commerciali attuali. Ultimo, ma non meno importante, ho la fortuna di collaborare con Abacusweb che mi aiuta in tutte le fasi successive alla produzione musicale e, da questo singolo, anche con l’etichetta discografica PMS Studio, che ha reso possibile tutto questo credendo nel progetto.

Che progetti hai in cantiere?

Voglio pubblicare un album! Ho alcuni brani nel cassetto pronti a essere racchiusi in un